Un buon orientamento, migliora il rendimento.

Il luogo in cui ci troviamo a sostare in modo costante nel tempo, ha un'importanza fondamentale per il rendimento personale. Questa regola vale per l'orientamento della casa per la vita, e dell' ufficio per la professione. 

Esaminiamo una delle cause che potrebbe influire per il Feng Shui sul rendimento di un impiegato-tipo e di conseguenza su quello di un’intera azienda: l'orientamento della scrivania. 

Tanto per cominciare per Feng Shui Italian Translation una struttura che produce lavoro, per avere un buon rendimento, deve essere disposta con la facciata rivolta verso il Sud. 

E' dal Sud infatti che arriva l'energia del Fuoco, portatrice di entusiasmo e voglia di fare. 

A tale orientamento corrisponde anche la " Fenice Rossa" simbolo di ampie vedute e libertà mentale (per saperne di più clicca qui). 

L' apertura verso il mondo esterno, influenza positivamente il modo di gestire l'azienda da parte del titolare e sicuramente giova ai suoi collaboratori nel renderli partecipi e propositivi. 

La situazione descritta per l’edificio, si deve riportare anche nella posizione delle singole scrivanie degli impiegati rispetto alla stanza in cui sono collocate. 

Ogni postazione deve avere le spalle rivolte verso il muro e lo sguardo verso uno spazio aperto. Se ciò non accade, chi si trova a lavorare in una condizione opposta , avverte un disagio che spesso si manifesta con un senso di inferiorità rispetto ai colleghi più fortunati, a discapito del rendimento. 

Il disagio descritto, non sempre è riconoscibile. Ciò avviene nel profondo del nostro inconscio. La conseguenza logica è trovare il motivo dello scarso rendimento, nelle cose più facili da pensare: l'incapacità e l'incompetenza della persona. I sensi di colpa possono peggiorare la situazione mettendo a dura prova l'autostima del lavoratore che a volte barcolla e a volte tracolla! 

Solo chi ha la percezione dell’ io-animale, quella parte di noi che è stata soppressa con il tempo e sostituita con la ragione (l’istinto), può sentire chiaramente gli effetti di un'orientamento che una volta riconosciuto, può essere gestito. 
Il problema non sussiste se la scelta della postazione in cui sosteremo al lavoro, è affidata a noi. 
In questo caso, il nostro istinto ci guiderà, ma… 


Non sempre è possibile decidere l'orientamento  della scrivania su cui ci troviamo a lavorare. Vuoi perché condividiamo la stanza con altri colleghi che, arrivati sul posto prima di noi, hanno già scelto; vuoi perché le nostre mansioni sono destinate a spazi prestabiliti. 

A tutto c’è rimedio. 

Vediamo quali sono quelli suggeriti da Feng Shui Italian Translation, per migliorare la situazione del mal capitato favorendone il benessere, e la produttività: 
  • Appendi al muro su cui ti “affacci” qualcosa che rifletta una prospettiva: un paesaggio o un’immagine attinente al tuo lavoro. Anche uno specchio può essere efficace. 
  • Procurati una sedia con lo schienale alto e ben imbottito, possibilmente girevole in modo da non sentirti obbligato in un’unica posizione. 
  • Fai in modo che sulla scrivania, appoggiato al muro, ci sia un rialzo da usare come appoggio per qualche oggetto “felice” come potrebbe essere la foto di una persona cara o un oggetto a cui sei particolarmente legato. 
  • Posiziona in alto a sinistra della tua scrivania una lampada da tavolo che ti illumini bene il piano (leggi il perché). 
Ma l’operazione più importante che tu possa fare, per ottenere ciò che vuoi dai rimedi descritti, è CREDERCI. Allena il tuo sentire per migliorare lo spazio che ti circonda ed entrare in sintonia con esso.

Buon Lavoro!

I nostri successi

Venere

Sirio