23 novembre 2010

Il Quadrato Magico. Quindi ci... stupiremo!

Il Quadrato Magico (uno degli strumenti della Scuola della Bussola) raggruppa in sé i principi del numero Kua e quelli del Bagua.

Anticamente esistevano sette tipi di schemi in Medio Oriente, la cui interpretazione era strettamente legata all’astrologia, ciascuno corrispondente ad un corpo celeste all’epoca conosciuto: Sole; Luna; Mercurio; Venere; Marte; Giove e Saturno.
Lo schema più semplice risulta essere quello di Saturno (3x3=9celle); quello più complesso invece è quello della Luna (9x9=81celle).

Il Quadrato Magico di cui noi ci occupiamo (ed è quello riconosciuto dalla Cina) è il Quadrato di Saturno, pianeta collegato alla terra e all’agricoltura.


La leggenda cinese narra dell’imperatore Yu (circa 2200 a.C.), che, seduto sulle rive del fiume Lo, vide emergere dalle acque una tartaruga, Shu (da qui il nome anche dato al quadrato magico: Lo Shu) che aveva il guscio ricoperto da puntini in un ordine particolare.
Il raggruppamento di tali puntini dava una numerazione da 1(l’inizio di tutto) a 9 (il completamento). Numeri considerati beneauguranti soprattutto il 5. L’alternanza dei numeri pari e dispari presenti nelle caselle perimetrali del quadrato, ricorda l’alternarsi armonioso di Yin e Yang.
La magia di questo fenomeno sta nel fatto che la somma dei tre numeri in colonna, sulle righe e sulle diagonali, da’ sempre come risultato il numero 15, che corrisponde tra l’altro al numero dei giorni di un ciclo lunare completo.

Grazie al calcolo del numero personale Kua, si può risalire alla direzione favorevole nonché all’elemento corrispondente, di ciascuno di noi e determinare con il Bagua la migliore distribuzione degli spazi interni di una casa.

http://fengshuiitaliantranslation.blogspot.it/search/label/Bagua

Nessun commento:

Posta un commento

Iscriviti