Architettura d’Intenti. La costruzione del benessere.

Con la simpatica espressione di Architettura d’Intenti, Feng Shui Italian Translation si propone l’obbiettivo di rispondere ad una domanda : quanto è importante l’intenzione per la costruzione del proprio benessere, fisico e non?

Se è vero che per Architettura si intende l’elaborazione artistica degli elementi strutturali, funzionali ed estetici di una costruzione, ne vien da sé che il concetto di costruzione cambia di prospettiva se accostato al consueto termine INTERNI, o al termine INTENTI.

Intento è la volontà insita nell'essere umano che apre quelle porte che l’inconscio tende a lasciare chiuse. Aiuta la mente ad agire.
Guida il nostro cuore verso gli obiettivi preposti. Aiuta a costruire percorsi.

Ma cosa c’è di più Interno dell’Intento?

Senza ombra di dubbio: 
la Consapevolezza


E' indispensabile prendere coscienza di voler migliorare la propria condizione, per stabilire l’intenzione di farlo, costruendo un percorso che sia logico e/o intuitivo, partendo dal proprio spazio vitale, specchio della nostra identità.

Nel mondo di Feng Shui Italian Translation, a sollecitare la consapevolezza, ci pensa la Psicologia, una delle tante dottrine di cui l’antica filosofia del Feng Shui si arricchisce.

La Psicologia dell’Abitare trova la sua massima espressione nelle teorie della dott.ssa Donatella Caprioglio, psicologa, psicoterapeuta infantile e docente dell’Università di Parigi.

La Psicologia dell’Abitare tratta l'attinenza che c'è tra gli spazi fisici (abitare) e quelli mentali (abitarsi). Argomento che ha sollevato grande interesse soprattutto tra i professionisti impegnati nel settore architettura e arredamento.

E' proprio ai professionisti del settore, che la Dott.ssa Caprioglio invia un importante messaggio: "Intervenire sulle case, è un impegno di notevole responsabilità, in quanto si ha il compito di riflettere in esse, l’identità di chi le abiterà".

Per il buon esito di un lavoro di progettazione, arredamento, restyling o qualunque altra consulenza che riguarda lo spazio da scegliere ed abitare, il professionista condividerà con il suo committente tre momenti conoscitivi. Tali momenti si susseguiranno in un ordine temporale imprescindibile:
Ascolto - Empatia - Restituzione.
  • L’Ascolto, è il momento in cui il professionista "accoglie" il suo cliente, indagando nel presente ma anche nel  passato, così come in quello dei familiari con cui condividerà lo spazio abitativo.
  • L’Empatia prevede il fare propri: lo stato d'animo, le esigenze e i desideri espressi e non, dell'abitante/abitato.
  • La Restituzione è l’elaborazione tecnica e artistica dei desideri e delle necessità che il cliente ha manifestato durante l’Ascolto.

Architetti, ingegneri, geometri, interior designer, agenti immobiliari ma anche aziende ed enti pubblici, hanno accolto con entusiasmo l’invito della Dott.ssa Caprioglio ad entrare con consapevolezza  Nel Cuore Delle Case. 
Viaggio interiore tra case e spazi mentali, di cui vi invitiamo a leggere l’omonimo libro.


Feng Shui Italian Translation, nell’Architettura d’Intenti, sostiene la collaborazione in fase di progettazione, tra professionisti specializzati.

In questo articolo abbiamo accennato solo ad uno dei tanti argomenti connessi alla nostra materia e cioè il prezioso contributo dato dalla dott.ssa Caprioglio, nel campo della psicologia.

Pensare che il Feng Shui sia un rimedio universale per connettere l'individuo al suo spazio vitale e che tale rimedio prescinde dalla volontà di chi lo approccia, è un grosso sbaglio.

Se la volontà dell’abitante/abitato appare incoerente in fase di Ascolto, può dipendere da condizionamenti interiori e radicati che solo un professionista esperto nell'esplorazione della mente umana e dell' inconscio può risolvere, facendo venire alla luce la vera identità della persona.

Informare il committente nella fase preliminare dell'incarico, di un’eventuale coinvolgimento di altre figure professionali, oltre quella del consulente Feng Shui, vuol dire dargli la possibilità di essere partecipe e consapevole delle proprie scelte fino in fondo. 

Ecco perché riteniamo che un buon consulente Feng Shui, debba essere prima di tutto una persona in equilibrio con se stessa, che sappia riconoscere i propri limiti, in capacità e in conoscenze, ed abbia l’umiltà di consigliare al suo cliente, qualora fosse necessario, un esperto di competenza.

Siamo convinti che tutte le discipline, che implicano la connessione dell’uomo con se stesso e/o con l’universo, da quella scientifica a quella spirituale, meritano di contribuire nella progettazione di una casa, quindi nella realizzazione di un’identità, per raggiungere un totale benessere fisico e mentale.

I nostri successi

Venere

Sirio