13 luglio 2010

Il tuo peso dipende da ciò che mangi ma...non solo!

La cucina. E’ la parte della casa che nutre e sostiene la nostra vita.
Prima regola:  cucina ed ingresso non devono condividere lo stesso spazio se non con opportuni accorgimenti. Infatti la porta di ingresso, disperderebbe il Chi troppo in fretta.

La cucina deve avere un arredo pratico e funzionale che permetta a coloro che preparano i cibi di lavorare comodamente e in modo organizzato. E’ indispensabile che ci sia almeno una finestra per un buon riciclo di aria.
Cucinando in armonia, si prepareranno piatti che avranno come ingrediente primo l’“energia positiva” e quindi, una famiglia felice. Più spesso si cucina, 
più si avranno opportunità di approfittare di ricchezza, salute e amore perché i fornelli rappresentano la capacità di elevare il proprio potenziale.

Frutta e verdura sono alimenti, per eccellenza, più sani di altri. Provengono dalla terra e di questa apportano le benefiche vibrazioni di cui il nostro corpo necessita.

Eliminare oggetti, piccoli elettrodomestici, pentole e stoviglie, che non si utilizzano, contribuirà ad avere ordine e pulizia.
Una cucina disordinata può procurare un aumento di peso!
Nel Feng Shui, metaforicamente, la cucina è per la casa quello che il corpo è per una persona. Bisogna fare molta attenzione al suo benessere. Tenere questo ambiente accogliente, pulito ed efficiente vuol dire avere cura di se stessi.

Le lame dei coltelli e quelle delle forbici, hanno energia tagliente ed è possibile che, tenerle a vista possa, provocare un’ atmosfera disturbata da ansie e tensioni. Meglio riporli in un cassetto!
A proposito di cassetti, in casa c’è sempre un “cassetto spazzatura” dove si conservano le cose più disparate che non hanno una collocazione specifica, per esempio: caricabatterie, apribottiglie, schiaccianoci. Ecco, questo è il luogo della casa che meglio di qualunque altro potrebbe ospitare il cassetto in questione: la cucina; sempre meglio però, tenerlo in ordine.
L’impianto idraulico deve essere perfettamente funzionante. Eventuali perdite di tubi o rubinetti procurerebbero una inutile dispersione energetica.
Per la scelta della posizione  lavello/piano cottura, considerare che, per il ciclo distruttivo, l’acqua spegne il fuoco, è quindi preferibile, se accostati, introdurre tra loro un elemento legno per esempio  un tagliere che ripristini il ciclo costruttivo.

E’ l’elemento fuoco che in questa zona della casa ha maggior influenza e dal momento che c’è anche presenza di energia acqua, il metallo con tutte le sue caratteristiche farà da mediatore Per cui pentole, maniglie e piccole superfici d’acciaio contribuiranno ad un ambiente armonioso. Attenzione però a non esagerare.

I colori consigliati per le pareti della cucina sono senza dubbio il bianco e tutti quelli chiari che daranno luminosità e aumenteranno la sensazione di pulizia e ordine.
E’ risaputo che in cucina la famiglia si riunisce almeno una volta al giorno per un pasto. Ottima occasione di dialogo e confronto. 



Visita un altro Ambiente

2 commenti:

  1. Ho Visitato questo blog per caso..Molto interessante!!:)

    RispondiElimina
  2. Se decidi di seguirlo (in alto a dx) sarai sempre aggiornata sulle novità.

    RispondiElimina

Iscriviti